LA COMUNICAZIONE AI TEMPI DI WHATSAPP

whatsapp-malware-2

Salve a tutti, oggi voglio parlare di un tema totalmente estraneo al mio blog ma che oramai riguarda tutti da vicino, ovvero la comunicazione al tempo di whatsapp, non di facebook o dei vari social, ma solo di whatsapp perché fa parte , a mio giudizio, di un mondo a sé.

Premetto che faccio parte di quella generazione nata e cresciuta attraverso i social, la generazione di chi ha iniziato con messenger e che teneva un blog sullo spazio di msn e che via via è cresciuta con il susseguirsi dei vari social network di moda. Ammetto anche di appartenere a quella fascia di persone che reputa questi strumenti delle risorse, che non abusa mai di questi potenti mezzi di comunicazione ma anche anzi cerca di sfruttarli al meglio. Per quanto riguarda whatsapp mi preme fare un discorso a parte, perché mi sono un attimo fermata a riflettere su questo potente mezzo di comunicazione.

Possiedo l’iphone da circa tre anni e di conseguenza comunico con whatsapp da tale giorno . “Ai tempi ” eravamo in pochi a possederlo e a saperlo manovrare. Ammetto che fu mia sorella ad introdurmi in questo mondo e a spiegarmi il possibile potenziale di questo strumento , lei, iphone addicted da molto più tempo di me.  Ricordo che spesso, per provare ad usarlo messaggiavo solo con lei, perchè nessuno tra i miei amici lo possedeva. Finché dall’iphone si passò all’era di android e molti più utenti entrarono in possesso di whatsapp e da li in poi si diffuse come un’epidemia.

Adesso se non lo hai, puoi ritenerti escluso dalla società??

Non credo siamo arrivati a questo punto, ma diciamo che se non hai uno smartphone al giorno d’oggi potrebbe mancarti un importante strumento di comunicazione. Da un anno a questa parte non chiedi più al nuovo conoscente ” HAI FACEBOOK?” ( perché oramai ce l’ha sicuramente ) ma bensì “HAI WHATSAPP?”. I messaggi da 15 cent l’uno oramai sono vintage e aggiungerei anche finalmente perché sono anche stufa di essere presa in giro dalla vodafone con la sua “summer card”. Le chiamate poi, sono destinate solo a mamma e papà e a volte al fidanzato, ma sottolineo a volte. Whatapp è oramai diventato l’unico mezzo di comunicazione, peccato che funzioni con la rete e se per disgrazia il tuo 3G non dovesse funzionare, puoi ritenerti fuori dal mondo. I tuoi amici ti daranno per dispersa e il tuo fidanzato per morta.

Scrivo questo post perché in questi giorni mi sono trovata a riflettere e a mettere su di una bilancia lati positivi e negativi di questo social, se così possiamo chiamarlo. Onestamente di lati positivi ne ho trovati solo due, brevi ma fondamentali. Prima di tutto è un sistema di comunicazione immediato e conciso, e secondariamente è GRATIS.

Di lati negativi ne ho trovati una marea, motivi che mi stanno portando ad odiarlo. Innanzitutto, METTE ANSIA. Appena invii un messaggio a qualcuno, puoi controllare l’ora della sua ultima visita, se è online e se ha anche visualizzato ciò che hai scritto. MA CHE STRESS RAGAZZI, ma vi giuro che questa cosa a me mette davvero sotto pressione. Il fatto che la gente possa controllare se sono al cellulare connessa su quel social, mi crea enorme fastidio. Se poi non voglio rispondere al tuo messaggio, sorge un’ulteriore fonte di preoccupazione, non posso connettermi a whatsapp perchè se no tu, caro amico, mi scriverai : “MA CI SEI??”, ” PERCHè NON RISPONDI SE SEI QUI??”.

Ho quindi deciso di disattivare la data e l’ora della mia ultima visita su whatsapp, sperando che questo potesse migliorare il mio rapporto con questo strumento, e mi portasse a fare pace con esso. La situazione è decisamente migliorata da questo punto di vista, anche se i problemi non sono finiti qui. Dal momento che whatsapp più che ad uno strumento di messaggistica. somiglia molto più ad una chat, ci si sente autorizzati a scrivere una , massimo due o tre parole a messaggio, delle serie: CIAO, invio, CHE, invio, FAI, invio etc… sapete già come continua.  Ed ecco che il tuo cellulare continuerà ad emettere quel fastidioso suono e non la smetterà fin quando non saremo giunti al 50 esimo TIN TIN TIN. Odiso, lo reputo contro la salute mentale.

Da quando ho cominciato a provare quest’immenso fastidio per whatsapp , ho iniziato a stare attenta a quanto lo uso ed a come lo uso. Cerco di scrivere il meno possibile e non fare grandi conversazioni su questo social, comunico un messaggio per volta e soprattutto lo apro solo quando ne ho voglia e non ho altro da fare, a meno che non sia qualcosa di importante. Quando studio setto oramai il telefono silenzioso e lo metto da parte, per evitare che qualcuno mi disturbi su whatsapp. Mi dispiace di essere arrivata a questo punto, perché riconosco il grande potenziale di questo mezzo , ma non capisco perché bisogna sempre abusare di ogni cosa.

Questo è il mio pensiero, mi sentivo di doverlo esprimere. Accetto volentieri le vostre opinioni.

Baci, Carmelita

P.S. = Ai miei amici che leggeranno questo post, non prendetelo alla lettera ma con ironia. Userò ancora whatsapp  😛 !

Annunci

26 pensieri su “LA COMUNICAZIONE AI TEMPI DI WHATSAPP

  1. Ciao Carmelita,
    io credo che whatsapp abbia veramente rivoluzionato il modo di messaggiare
    amo il poter mandare la mia posizione a qualcuno per far capire dove sono ( non sono esattamente tutto città)
    amo il fatto di mandare video messaggi, foto…
    Onestamente io non ne ho mai abusato. mi ha sempre dato fastidio scrivere per lungo tempo dal cellulare, a volte mi scoccia anche rispondere alle mail ( perchè è anche meno professionale)
    non mi sono mai trovata a cercare su whatsapp qualcuno con cui parlare perchè era online, però devo dire che condivido l’ ansia da ” ha visualizzato!” o ” era online alle 2 di notte, ma non ha risposto a quello che ho scritto alle 10 di sera”
    trovo che siamo arrivati all’ ” era del controllo” , per la serie ” diventiamo tutti stalker”
    forse andrebbe usato per quello che è , un sistema per mandare messaggi gratis, da usare nei momenti in cui non si può parlare al voce!
    ALZIAMO IL TELEFONO e facciamo una chiamata! i minuti gratis ormai li hanno tutti!

    New post on The Fashion Coffee

    Cosa indossare per Halloween 2013 ?

    Mi piace

    • Hai centrato in pieno il mio messaggio, la penso esattamente come te. Amo anche io il modo in cui la tecnologia si evolve, ma a volte le conseguenze di quest’evoluzione non sono sempre positive per chi non sa sfruttare il meglio !

      Mi piace

  2. ahahahahhaha sono totalmente d’accordo con te.
    soprattutto mi capita d’estate quando non smette di suonare ad ogni ora del giorno.
    pensa che quando sono in vacanza, io stesso, ho provato a disabilitare la connessione…mi sono RILASSATO e sentito molto bene.
    ultimamente lo uso molto MENO che prima proprio perchè, come dici tu, inizia a mettermi ansia su molti e differenti punti.
    quindi forse preferire tornare agli SMS.
    ahahahhahah
    xoxo

    Syriously in Fashion
    Official Facebook Page

    Mi piace

  3. Ciao Carmelita, io credo che come in ogni cosa bisogna trovare il giusto modo di usarlo. Se sei un tipo ansiono, whatsapp ti creerà più ansia, ma potrebbe anche insegnarti come gestirla 😉
    Così per tutte le altre cose che hai indicato. Io credo che ogni social va usato con la giusta distanza e importanza. mai dare troppo valore a cose che non ne hanno.
    (e detto tra me e te questo vale anche per le persone) 😛

    Mi piace

  4. Guarda cara io ho whatsapp ma lo uso molto poco, più che altro è buono per mandare messaggi gratis che poi se ci riflettiamo tanto gratis non sono perchè tra abbonamenti, ricaricabili e piani tariffari vari siamo sempre noi a pagare le opzioni internet. Ma poi perchè privarci del piacere di una telefonata o ancor più di una chiacchierata all’aria aperta, vedere in faccia la persona con cui parliamo e stabilire un rapporto diretto. Quindi whatsapp si ma con molta molta cautela per me!!

    Mi piace

  5. Ma lo sai ce io lo uso pochissimo, nonostante ho l’iphone da 3 anni? però ti dò ragione sul fatto della connessione. Io ad esempio ho la h3g e spesso non prende e…quando si collega a tim sono “costretta” a contattare glia mici per dire: “non mi scrivete su whatzupp che non ho campo”!. Poi ai dimenticato una cosa: ultimamente stanno girando le catene di sa.antonio anche su whazzup…ahhhh che fastidio!!!

    Mi piace

  6. devo smentirti sulla questione del pagamento… per gli utenti android whatsapp ha un canone, per di più annuale. non mi è piaciuta affatto questa differenza di trattamento, inoltre esistono tantissime app di messaggistica istantanea che funzionano anche meglio di wa (non ditemi che non vi ha mai crashato perchè non ci credo). proprio per questi due motivi l’ho disinstallato, giuro che si vive bene lo stesso! ahahahahaha 😉

    Federica
    La Ragazza dai Capelli Rossi

    Mi piace

  7. a chi lo dici whatsapp è stata una svolta totale,si può messaggiare, registrare inviare foto in tempo reale, fantastico!!! Pensa a come facevamo prima senza…due ore per inviare un mms che probabilmente arrivava dopo 2 giorni ahahahah

    Mi piace

  8. Io non lo utilizzo più da qualche mese perché ho trovato altre applicazioni simili con cui mi trovo meglio, però è vero che sono tutti collegati su whatsapp ormai! La cosa assurda è che nonostante abbia avvisato che non ho più l’account attivo, continuano a scrivermi ugualmente lì come se non esistesse altro mezzo di contatto!!! Condivido l’ansia da “visualizzato” comunque, proprio uno stress!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...